Praga, la città magica al centro dell’Europa. Una città ricca di leggende nonché patrimonio dell’UNESCO, una delle città più belle al mondo con le sue cento torri, i vicoli tortuosi e le caffetterie eleganti.

Praga: itinerario a piedi

Il nostro viaggio inizia con la visita dell’elegante Castello che domina la città. Raggiungerlo a piedi è una bella scarpinata ma, una volta in cima, sarete ripagati da una vista mozzafiato. Partendo dal quartiere di Stare Mesto si attraversa il Ponte Carlo con le sue statue in stile gotico e, percorrendo la via Nerudova, si arriva all’ingresso del Castello dove, se siete fortunati, potete anche assistere al cambio della guardia.

Castello di Praga

In realtà è una vera e propria cittadella fortificata, con tanto di Palazzo Reale, giardini e la monumentale Cattedrale di San Vito in stile gotico. Merita una visita anche il cosiddetto Vicolo D’Oro, una piccolissima via con tanto di casette colorate dove gli alchimisti cercavano l’elisir di lunga vita e la formula magica per trasformare i metalli in oro.
Al ritorno una visita al quartiere di Malà Strana, la parte piccola, è d’obbligo. Distrutta nel 1541 da un grande incendio, fu ricostruita da artisti e architetti italiani, che le diedero un aspetto barocco e rinascimentale. Da allora tutto è rimasto intatto e Malà Strana è davvero un piccolo gioiello con piazzette, splendidi palazzi e angoli romantici.

Vicolo d’Oro a Praga

Prima di risalire sul Ponte Carlo deviate verso la Moldava e perdetevi tra le vie del piccolo quartiere di Kampa, un insenatura sul fiume un tempo luogo di mulini.
Sulla sponda orientale della Moldava si affacciano i quartieri di Stare Mesto, la città vecchia, Nove Mesto con le vie dello shopping e delle grandi boutique su Piazza San Venceslao e Josefov, il quartiere ebraico.
Stare Mesto ospita la Piazza della Città Vecchia dove si susseguono palazzi dai diversi stili architettonici e dove spiccano sovrane le guglie gotiche della Chiesa di Týn. L’attrazione principale rimane però l’orologio astronomico del Municipio dal quale, ad ogni ora, le statuette si muovono e si inseguono in un antico rituale.

Orologio astronomico a Praga

Anche se non avete molto tempo a disposizione, vi consiglio di visitare il quartiere ebraico. Proseguendo dalla Piazza della Città Vecchia, si arriva a Josefov dove le boutique delle grandi firme di moda nascondono quello che una volta era questo piccolo quartiere. Oggi è possibile visitare le numerose sinagoghe e il cimitero ebraico, un luogo per certi versi “magico” dove giacciono migliaia di tombe stratificate nei secoli.

Cimitero ebraico a Praga

Alla scoperta dell’arte e dell’architettura di Praga

Se amate l’arte, Praga è la città che fa al caso vostro.
Tra i musei vi consiglio il Museo di Kafka, una delle figure più importanti della letteratura mondiale del XX secolo e della città. L’esposizione comprende la maggior parte delle prime edizioni delle opere di Kafka, la corrispondenza, i diari, i manoscritti, le fotografie e i disegni, che in passato non sono mai stati esposti.
Gli appassionati di Art Nouveau apprezzeranno sicuramente il Mucha Museum , il museo dedicato alla vita e al lavoro di Alfons Mucha, il pittore ed artista decorativo ceco conosciuto a livello mondiale.

Museo Kafka a Praga

Camminando per Praga rimarrete affascinati e travolti dalle innumerevoli decorazioni delle facciate dei palazzi, tanto che dopo un po’ inizierete a camminare col naso all’insù. Tra gli edifici in stile barocco e quelli in stile gotico, non potete perdervi i due palazzi più moderni, la Casa della Madonna Nera e la Dancing House.
La prima è conosciuta come la più vecchia casa dell’architettura cubista ceca, opera dell’architetto Josef Gočár. All’interno ospita il museo di arte cubista e al primo piano il Grand Café Orient, anch’esso in pieno stile cubista.
La Dancing House, opera del geniale estro creativo di Frank O. Ghery, si mescola alla perfezione con gli antichi palazzi circostanti. Originalmente viene anche chiamata Fred and Ginger in onore di Fred Astaire e Ginger Rogers, proprio per la sua forma che ricorda una coppia di ballerini.

La Dancing House a Praga

Praga è davvero una città emozionante e romantica, molto turistica sì, ma vale la pena visitarla. Insomma, vi consigliamo di concedervi un weekend, magari in vista delle prossime vacanze di Natale, avrà sicuramente un fascino magico.

Sara Antonazzo
sara.antonazzo@gmail.com
Divido il mio tempo tra il mondo dell’interior design, l’insegnamento della danza e la grande passione per i fiori. Classe ’88, curiosa per natura in maniera quasi fanciullesca e amante del bello, guardo il mondo sempre col naso all’insù. Amo il mare e il sole che scotta la pelle d’estate, tazze fumanti di the, film e la mia gatta sulle gambe d’inverno. Ho una sfrenata passione per il Nord Europa in tutte le sue forme, in particolare Berlino dove ho lasciato un pezzetto del mio cuore. Parlo poco, osservo tanto, penso ancora di più.

Lascia un commento