Nella cultura messicana, il Dìa de los Muertos è una delle feste più importanti. L’omonimo cortometraggio, premiato nel 2013 e diretto da tre giovani studenti del Ringling College of art and design di Sarasota in Florida, spiega, con bellissimi disegni animati, il profondo significato della festività. In meno di quattro minuti, si riesce ad entrare nello spirito del 1 e del 2 novembre, comprendendo le radici ed il significato culturale del Giorno dei Morti.

Il corto inizia con le riprese di un villaggio in cui si stanno organizzando i preparativi per la festa dei morti. Poco distante, su una collinetta, c’è il cimitero del villaggio dove una bambina sta visitando la tomba della madre quando improvvisamente viene trascinata nella terra dei morti, dove, prima impaurita e poi divertita, impara il vero significato della festività messicana.

Seppur breve, il film riesce davvero a catturare la bellezza, le tradizioni ed il significato profondo della festa: non soltanto un giorno di vacanza, ma una vera e propria occasione per riunirsi con amici e familiari per onorare i nostri cari che ci hanno lasciato.

Mattia Barcella
mbarcella@shakemymag.it
Nato sotto il segno dell'Acquario nell'ormai lontano 1988. Da qualche anno abito in un borgo medievale a pochi chilometri da Bergamo, dove gli unici a disturbarmi mentre scrivo sono i rintocchi del campanile e il belare di un gruppetto maleducato di pecore. Appassionato sin da piccolo di giornalismo ed attualità. Amo il profumo della carta di giornale così come quella dei libri che non smetterei mai di comprare. Ho fondato e dirigo ShakeMyMag.

Lascia un commento