“La moda è ovunque. Disegnare la moda è il mio modo per viverla in ogni suo aspetto”. E’ quello che fa ogni giorno Mery Saporito, giovane artista bergamasca con la passione per il disegno e per lo splendido mondo della moda, seguitissima sui social da tutto il mondo. Vanta già numerose collaborazioni con grandi case di moda internazionali come Valentino, Oscar de la Renta, Roberto Cavalli, ed è stata reporter ufficiale per la Camera Internazionale della Moda durante l’ultima Men Fashion Week a Milano.

Parlaci un po’ di te, scegliendo tre aggettivi con i quali definiresti la tua personalità creativa.

Molti mi definiscono romantica, o meglio i miei disegni trasmettono delicatezza e romanticismo.
Io credo che la mia personalità artistica abbia diverse sfaccettature, una parte di me è raffinata e sognatrice, un’altra parte di me è determinata e ottimista.
Con l’esperienza ho imparato a pensare sempre positivo, ad avere un obiettivo in testa e fare di tutto per raggiungerlo, che sia una competenza artistica o una sfida personale.
Le mie illustrazioni sono semplici ma sono il risultato di molto lavoro, a volte è possibile che finisca l’ispirazione in quel momento, ma non bisogna mai perdere le speranze e buttarsi giù.
Lavorare in questo campo mi sta insegnando a crescere a livello lavorativo ma ancora di più a livello personale.

Che caratteristiche cerchi prima di impugnare la matita?

Dipende molto dal fatto se il disegno è per i social o è su commissione.
Sicuramente prima di iniziare a disegnare devo essere ispirata, non per forza da qualcosa in particolare ma devo provare delle emozioni che poi passeranno dalla matita.
Quando sono gli altri a chiederti un’illustrazione ho delle caratteristiche precise che mi vengono date da seguire, spesso però mi capitano richieste urgenti e non posso aspettare che mi venga l’ispirazione per iniziare a disegnare.

Cosa ti attira principalmente per realizzare le tue opere?

Penso che per chi mi segue non sia difficile da immaginare!
Per chi non mi conosce vedrà che non ho una cosa in particolare che mi attira, trovo ispirazione in qualunque cosa.
Ho sempre amato viaggiare e ultimamente i paesaggi naturali e della città mi sono molto d’ispirazione.

Se al tuo compleanno ti venisse regalata una macchina del tempo, in che epoca ti sarebbe piaciuto vivere dal punto di vista artistico?

Impressionismo. Credo sia la corrente artistica che più mi rappresenta, tutto molto spontaneo e immediato, i pittori iniziano a disegnare en plein air per cogliere l’impressione dell’attimo e, in un secondo momento, dipingono nel loro studio.
Quasi tutte le idee raccolte con l’hastag #ItsADress seguono il procedimento usato dai pittori dell’impressionismo. Prima scatto la fotografia e faccio una bozza del disegno con la matita, di seguito nel mio studio rielaboro l’idea unendo il disegno alla fotografia.
Se mi dovessero regalare davvero una macchina del tempo la userei per imparare qualcosa da tutte le epoche, ma poi tornerei nel presente, è più divertente non sapere già quello che succederà e quello che inventeremo.

Che rapporto hai con la comunicazione moderna? (Social/virtuale)

Amore e odio.
Il mondo dei social è qualcosa di incredibile.
Adoro il fatto che da qualunque parte del mondo possano vedere la moda dal mio punto di vista.
Mi piace un po’ meno quando i Social vengono messi in primo piano rispetto alla vita e al godersi l’attimo stesso delle cose.

Nel panorama social attuale, ci potresti dire tre personalità creative che meritano attenzione?

Sui social seguo diverse personalità creative, tra i miei preferiti @Vincent_bal che ho scoperto recentemente e lo trovo molto vicino al mio mondo e al mio modo di fare che ho di guardare le cose non per forza per come sono o per come le abbiamo sempre viste, ma guardando oltre.
Mi piace seguire anche @theflowerguy, ho letto molto sulla street art e portare un po’ di moda sui muri della strada è nella mia wishlist.
Per chi è appassionato di moda consiglio di seguire @Siduations, una pagina Instagram su cui si fa ironia su alcuni capi di moda attraverso i collage fotografici.

Concludiamo in bellezza, lasciando campo libero su quello che vuoi dirci…

Preferisco lasciare che parlino i miei disegno, ma posso consigliarvi di sognare ogni giorno, goderselo e di avere in testa un obiettivo preciso ma…

”Non hai bisogno di vedere l’intera scalinata. Inizia semplicemente a salire il primo gradino”

(M.Luther King).

La meravigliosa copertina disegnata per noi!
Mattia Barcella
mbarcella@shakemymag.it
Nato sotto il segno dell'Acquario nell'ormai lontano 1988. Da qualche anno abito in un borgo medievale a pochi chilometri da Bergamo, dove gli unici a disturbarmi mentre scrivo sono i rintocchi del campanile e il belare di un gruppetto maleducato di pecore. Appassionato sin da piccolo di giornalismo ed attualità. Amo il profumo della carta di giornale così come quella dei libri che non smetterei mai di comprare. Ho fondato e dirigo ShakeMyMag.

Lascia un commento